Fare Green Economy significa orientare il comportamento di aziende e consumatori nel massimo rispetto per l’ambiente. Nell’immaginario collettivo è un controsenso, ma l’industria della carta è eco-sostenibile e amica dell’ambiente, soprattutto in Italia.

Il nostro obiettivo di oggi è quindi sfatare un mito.

Non di poca importanza sono i numeri relativi all’impiego nell’industria cartaria: sul territorio nazionale ci sono 159 mila addetti nel settore di cui il 58% impiegati in piccole e medie aziende. Il riscatto della carta, però, avviene soprattutto riguardo la questione etico-ambientale: negli ultimi anni, in Italia, la superficie di boschi e foreste è cresciuta di circa il 22%. Questo anche grazie ad una maggiore coscienza nei comportamenti di smaltimento e riciclo, in cui l’Italia è prima in Europa!

Non è vero che l’utilizzo di dispositivi elettronici (molto più inquinanti e difficili da smaltire) faranno sparire i supporti cartacei: si sta solo trasformando il mercato e il comportamento dei consumatori. C’è un uso diverso e più responsabile della carta, sia da parte delle aziende, che sfruttano la tecnologia per ridurre i consumi e operare in maniera eco-sostenibile, sia da parte dei consumatori, che si informano sulla provenienza e le modalità di produzione e non ne fanno spreco.

La carta oggi viene adoperata soprattutto in nuove forme di comunicazione e design con scopi ben precisi, per questo i settori di tipografia, grafica e cartotecnica sono in crescita.

Questo, come già detto, a patto di avere un processo di produzione a basso impatto ambientale! Noi di Cartotecnica Sci siamo stati sempre attenti ad una corretta ed efficace gestione ambientale degli imballaggi e dei relativi rifiuti generati dal consumo dei prodotti. In quest’ottica, fin dall’inizio, siamo iscritti al Consorzio Nazionale Imballaggi, un Consorzio senza fini di lucro che, in Italia, costituisce lo strumento attraverso il quale produttori e consumatori di imballaggi garantiscono il raggiungimento degli obiettivi di riciclo e recupero dei rifiuti di imballaggio previsti dalla legge. Affiancati da oltre 1.000.000 di imprese produttrici e utilizzatrici di imballaggi, il nostro lavoro ha uno sguardo proiettato sul futuro, da sempre fedele ai corretti processi di recupero e riciclo per garantire che i materiali provenienti dalla raccolta differenziata trovino pieno utilizzo in una seconda vita. Questo aspetto dell’etica ambientale non è importante al solo fine di rispettare la legge ma noi di Cartotecnica Sci crediamo che un’ottima produzione passi anche e soprattutto da un corretto smaltimento dei rifiuti, pilastro cardine per la salvaguardia dell’ambiente e del futuro del mondo.

Essendo particolarmente sensibili e motivati su questi temi la nostra voglia di fare di più ci spinge a trovare nuove strade e motivazioni per dare un contributo all’ecosistema… infatti abbiamo delle novità in cantiere che non possiamo ancora svelarvi. Tornate a trovarci sul blog o rimanete connessi sui nostri social per saperne di più!